Recensione del podcast Buio di Pablo Trincia su Audible

Podcast Buio, storie di sopravvisuti: come rialzarsi dopo una tragedia

282 Total Views4 Daily Views
Last Updated: Aprile 17, 2023By

L’inconfondibile voce di Pablo Trincia, giornalista e co-atuore di Veleno (insieme ad Alessia Rafanelli), uno dei migliori podcast italiani mai prodotto su un orribile fatto di cronaca, è il narratore di Buio, una serie disponibile su Audible e che racconta storie di sopravvissuti. Sono storie reali, dove gli stessi protagonisti si mettono a nudo attraverso interviste intime e coinvolgenti, intervallate dalla ricostruzione delle vicende.

Buio è un vero e proprio viaggio all’interno del Male, che nell’esistenza umana si presenta in molteplici forme: criminalità, depressione, la rabbia incontrollabile della Natura o l’odio verso il prossimo che scaturisce in tragedie difficili da ripercorrere, anche solo attraverso l’audio.

Ogni episodio del podcast è un vero e proprio pugno allo stomaco, crudo come solo la Vita sa essere: dal rapimento più lungo d’Italia ad un tentato suicidio a seguito di una depressione, dalla tragedia dello Tsunami del 2004 all’omicidio. Questi sono solo alcuni degli argomenti che rivivrete durante l’ascolto degli 8 episodi che compongono la serie e che riusciranno a coinvolgervi ed emozionarvi attraverso la voce di chi quei drammi li hanno vissuti davvero, direttamente e indirettamente.

Il buio, però, può essere riconosciuto solo se contrapposto alla luce: alla fine di ogni puntata, dopo il difficile percorso attraverso l’oscurità, un bagliore intenso e potete si apre, mostrando la Vita in tutta la sua complessità e bellezza, “perché nella vita non importa quante volte cadi, ma quante volte sei in grado di rialzarti”. Essere sopravvissuti al Male trasforma profondamente l’esistenza di chi l’ha vissuta, spesso in modo sorprendente e positivo: una grande sofferenza che diventa solidarietà, motivazione, fiducia e voglia di vivere, nonostante tutto.

Buio è un podcast diverso da altri prodotti incentrati sulla cronaca e sulle ricostruzioni di vicende drammatiche: Pablo Trincia è riuscito ancora una volta a creare un’esperienza audio commovente, forte ed emozionante, che tiene incollato l’ascoltatore dall’inizio alla fine di ogni puntata, senza mai abbandonarlo completamente in balia delle tenebre, dimostrando che c’è speranza e rinascita anche dopo l’Inferno.

Ogni episodio di Buio dura attorno ai 40 minuti ed è autoconclusivo. La qualità audio è altissima, così come il montaggio e le ricostruzioni sulle vicende. La presenza dei protagonisti e dei testimoni delle vicende narrate dona al podcast un valore enorme, unico e decisamente superiore rispetto ad un asettico racconto dei fatti.

Se avete intenzione di attivare il servizio Audible, mettete assolutamente Buio nella lista dei podcast da ascoltare. Tuttavia, tenendo conto dei temi trattati e dell’atmosfera che si respira durante l’ascolto, lo sconsiglierei alle persone particolarmente suggestionabili o ansiose: nonostante la “luce” ad ogni fine puntata, infatti, il percorso per intravederla è spesso molto, molto pesante.

Vi lascio segnalandovi i casi raccontati in ogni singola puntata di Buio, evitando qualsiasi spoiler:

  1. Il Male: il rapimento di Carlo Celadon del 1988, durato oltre 800 giorni;
  2. Il Vuoto: la storia di Giordano, falegname, marito e padre che ha dovuto fare i conti con la depressione e il desiderio di farla finita;
  3. Tempesta: la storia di Bashkim Dobrushi, immigrato albanese che è riuscito a realizzare tutti i propri sogni in Italia ma che nel 2014 dovette affrontare una terribile tragedia familiare;
  4. Battiti: la storia di Yulia, ultrarunner che dovette attraversare una malattia con il destino già segnato e lottare per la sua vita;
  5. Acqua: l’orribile esperienza dello Tsunami del 2004 vissuta e raccontata da una famiglia italiana che si trovava in vacanza a Phuket, in Thailandia;
  6. L’Assedio: la strage del 2007 perpetrata da Angelo Spagnoli, soprannominato il “Cecchino di Guidonia”, raccontata dai testimoni e i familiari delle vittime;
  7. Catene: la storia di Pinky, una ragazza indiana emigrata in Italia che ha dovuto fare i conti con una cultura fortemente tradizionalista a seguito di un matrimonio combinato, fino alle violenze e il tentato omicidio da parte del marito;
  8. Aria: Pablo Trincia segue in prima persona il lavoro quotidiano dell’elisoccorso lombardo AREU (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza) e racconta i casi di pazienti che necessitano dell’aiuto dei medici e degli infermieri del team di soccorso. Tra esiti positivi e pazienti che purtroppo non ce la fanno, è uno scorcio che mostra la complessità di questo lavoro, dove professionalità e umanità si incontrano e si scontrano inesorabilmente.

Audible è la piattaforma di audiolibri e podcast di proprietà di Amazon. Chi non ha mai attivato il servizio può iscriversi da questa pagina e usufruire gratis del servizio per 30 giorni. Il rinnovo ha un costo di 9,99 euro al mese ma è possibile cancellare l’iscrizione in qualsiasi momento, senza alcun rinnovo.

One Comment

  1. […] la fine del 2021 è l’inizio dello scorso anno, Il Dito di Dio di Pablo Trincia (già autore dei podcast Buio e Veleno) ripercorre la vicenda dando voce ai diretti protagonisti: passeggeri, equipaggio, […]

Comments are closed.